L’aria può muovere le cose. Pensa alle foglie e la sabbia quando c’è vento. Può aumentare la velocità o rallentarla (pensa a una bicicletta che va in direzione del vento o contro di esso).  Quando Giovanni Caboto navigava attendeva l’aiuto dell’aria (la chiameremo vento) per viaggiare. Oggi le grandi navi usano i motori ma alcuni ancora usano il vento per manovrare piccole imbarcazioni come le navi a vela. 

Materiale occorrente

Liquido per bolle di sapone

Cannuccia

Ventilatore

Descrizione dell’esperimento

Usando il liquido prendi la cannuccia e immergila nell’acqua.  

Soffia:

1. Leggermente. 

2. Più forte

Scrivete quello che osservate nelle due situazioni.

Ripetete le istruzioni quando avete soffiato nella vostra bolla usate il ventilatore e osservate in quale direzione vola.

Materiale occorrente

Carta 8.5×11

Forbici

Nastro adesivo

Pennarello, colore, fiocchi o decorazioni

Descrizione dell’esperimento

Piegate in due la carta 8.5×11.

  1. Piegate gli angoli del margine piegato verso il centro.
  2. Piegate verso l’alto le estremità rettangolari. La barca dovrebbe assomigliare a un cappello. 
  3. Piegate gli angoli in basso, girate dall’altra parte e fate lo stesso. 
  4. Aprite la barca come fosse un cappello e piegatela a quadrato.  
  5. Piegate i lembi in basso verso l’alto e formate un altro triangolo. 
  6. Ora il triangolo deve essere piegato in un quadrato. 
  7. Prendete gli angoli in alto e tirateli giù per formare la barca. 
  8. Mettete nastro adesivo sul fondo così che possa galleggiare.
  9. Mettetela a galleggiare su dell’acqua per testarla. 
  10.  Usando il vostro fiato, oppure un ventilatore, provare a farla muovere.